Biografia

Elita Boari mentre dipinge. A breve ci saranno cenni biografici sulla vita artistica della Pittrice. Elita ha dipinto Roma, Ferrara, Messico e Stromboli attraverso i pennelli della passione per le città che Amava.

Di seguito un aneddoto raccontato da un amico che Elita amava molto:  

 

 

Subito dopo la fine della guerra, Elita andò a Città del Messico ove viveva la zia. Diego Rivera desiderava incontrarla. Infatti il grande pittore messicano era stato allievo disegnatore del padre di Elita, Adamo Boari, durante la progettazione del palazzo delle Belle Arti di città del Messico.

Diego rimase colpito dalla bellezza della ragazza e la invitò a più riprese a posare nella sua casa studio di Coyoacan, la famosa casa azzurra ove viveva con la moglie Frida Kahlo. Elita conobbe Frida e rimase profondamente colpita dalla strana atmosfera che aleggiava in quella casa. Raccontava che Frida era come immersa in un mare di tristezza, si trascinava zoppicando per le stanze di casa, vestiva trasandata e senza cura di se stessa e si rinchiudeva spesso in camera da sola. Sembrava vecchissima, lontana da quell'immagine di fiera bellezza india che ci è stata trasmessa. Vivevano separati. Lui aveva relazioni con donne più giovani. Ma si amavano; così pareva. Diego insistette a più riprese per convincerla a rimanere ma Elita rifiutò.

Con quel tono proprio a Elita, un po’ ironico, un po’ naif": Non ho ottenuto il ritratto che mi fece Diego (mi sarebbe tornato utile) è l’unico rimpianto che ho. Non potevo però rimanere in quella trite casa che odorava di morte.

Ero giovane e bella; volevo divertirmi.

A Coyoacan non ci ho più messo piede. Era lontano dal centro di Mexico dove vivevo con zia Luisa. In seguito li rividi ma non cambiai di certo idea".

 

 

Scritto il, 17 maggio 2005

Barone Rosso
 

Posta